Work

Lares Familiares

Archeologie Familiari/Family Archaeologies

 

Archeologie familiari è una esplorazione fotografica della casa che possiedo a Madognana, un borgo dell’Appennino a circa un'ora di auto da Bologna, e riguarda la storia della mia famiglia e il mio passato. La casa è stata abitata ed è appartenuta a generazioni di donne: Tosca Lorenzini, mia nonna, Zelinda Evangelisti, la mia bisnonna, e Maria Vivarelli, "La Bersagliera" la mia trisavola, in un susseguirsi di lasciti risalenti ad almeno due secoli fa.

Gran parte del mio lavoro è legato alla memoria e all’identità, a come il collegamento tra le relazioni familiari e sociali plasmi il tessuto stesso della nostra esistenza.

Il progetto è rivolto a questa dimora ordinaria e ai suoi abitanti al femminile, al passato e presente. Naturalmente la maggior parte di loro non ci sono più, ma quando sono là avverto la loro presenza, così come il fantasma di me stessa quando ero bambina, incarnati negli ambienti e tra le mura, nei mobili e nella memoria degli attuali abitanti, le mie due figlie e me stessa.

Archeologie familiari si compone di tre parti: le fotografie che ho scattato, le fotografie trovate nelle scatole e negli album di famiglia, una serie di cartoline e una agendina.

Nel libro d'artista che accompagna il lavoro questi materiali sono notevolmente ampliati e vi si trovano anche i testi che tracciano le storie d'amore, all'inizio del XX secolo, tra due coppie di miei antenati.

Sono storie che possono appartenere a tutte le famiglie, e non solo in Italia. Il corteggiamento, il matrimonio, l’educazione dei figli è universale, così come il rapporto tra madre e figlia, tra nonna e nipote. E per quelli tra noi così fortunati da avere una casa di famiglia, tramandata attraverso le generazioni, la casa stessa rappresenta sia un simbolo di stabilità, sia un monito contro la mancanza di radici che affligge, per vari motivi, la vita presente.

 

"Archeologie Familiari", libro d'artista, 5 copie (2015). 30 x 22 cm, 19 stampe fine art 10 x 15. Per informazioni scrivere a info@sonialenzi.com

 

Family Archaeologies is a photographic exploration of the house I own in Madognana, a small village in the Appenines about an hour’s drive from Bologna, and its association with my family and my heritage. The house was inhabited and owned by generations of women: Tosca Lorenzini, my grandmother, Zelinda Evangelisti, my great grandmother, and Maria Vivarelli, “La Bersagliera”my great great grandmother, in a succession of bequests and going back since two centuries ago. Much of my work is connected with commemoration and history, particularly how the connection between both familial and social relationships shapes the very fabric of our existence.The project investigates this unexceptional dwelling and its female inhabitants, past and present. Of course, most of them are now gone, but when I am there I feel their presence, even the ghost of myself when I was a child, embodied in the spaces of the building, in the furniture, and in the memory of the present incumbents, myself and my two daughters.

Family Archaeologies consists of three strands, my own photographs, family snapshots from the past, and a set of postcards and a pocket diary. In the artist’s book these textual materials are greatly expanded, including texts that chart the course of love affairs between two sets of my ancestors at the beginning of the 20th century.

This is a story about all families, and not just in Italy. The process of courtship, marriage, and raising children is universal, as well as the relationship between mother and daughter, grandmother and grandaughter. And for those of us lucky enough to have a family home passed down through the generations, it provides a symbol of stability, and also a warning against the rootlessness that afflicts so much of modern life, for so many reasons.

  

"Family Archaeologies", artist's book, 5 copies (2015). 30 x 22 cm, 19 archival pigment prints 10 x 15. For information write to info@sonialenzi.com