Work

Avrei potuto essere io / It could have been me

“Avrei potuto essere io” è un progetto di arte pubblica. La fase performativa si è svolta tra il dicembre 2013 e il gennaio 2014 nella sala d’attesa di seconda classe della Stazione Ferroviaria di Bologna dove il 2 agosto 1980 è scoppiato l’ordigno che causò 85 morti e 200 feriti e ha previsto il coinvolgimento attivo di persone adulte in arrivo o partenza dalla stazione di Bologna durante le vacanze natalizie, specularmente opposte a quelle estive, ma altrettanto significative sotto il profilo psicologico. Il coinvolgimento è avvenuto mediante colloquio e consegna di una scheda contenente informazioni su una delle vittime e sulla strage stessa. Lo scopo era quello di creare una perpetuazione effettiva della memoria e un farsi carico della strage sotto il profilo emotivo mediante un processo artistico, empatico, di immedesimazione con una delle vittime di genere opposto. Le fotografie realizzate compongono un monumento alla memoria del 2 agosto 1980, una attualizzazione delle vittime attraverso altrettante persone che hanno deciso di immedesimarsi in ciascuna di loro, un monumento che è stato installato nella Stazione Alta Velocità di Bologna, dove non esiste un luogo che ricordi la strage. E' stato realizzato anche un monumento portatile, un libro d'artista in 85 copie,  da appendere dove si vuole, in spazi pubblici o privati.

 

Il libro d'artista "Avrei potuto essere io/It could have been me" è disponibile presso CorrainiMAMbo artbookshop, Modo infoshop a Bologna e Anzenberger Gallery Bookshop, Vienna o può essere richiesto a info@sonialenzi.com

 

Aperto 140 x 66, 2 cm/chiuso 33,10 x 23,33 cm, 85 esemplari numerati e firmati + 15 prove d'artista.

Grafica Sonia Lenzi e Lizart Comunicazione Visiva, Bologna.

 

Esposto ora alla CCCB di Barcellona nell'ambito della mostra "Fenomen Fotollibre", 17 marzo - 27 agosto 2017.

 

http://www.cccb.org/en/exhibitions/file/photobook-phenomenon/225004 

 

“It could have been me” is a public art project. The performing phase took place between December 2013 and January 2014 in the second-class waiting room of Bologna Railway Station, where on 2nd August 1980 the explosion killed 85 and injured 200. It required the active participation of adults arriving or departing from the station during the Christmas holidays, that are different from the summer holidays, when the explosion occurred, but equally significant from a psychological point of view. Each encounter involved discussion and the delivery of a card containing information about one of the victims and about the massacre itself. The aim was to effectively perpetuate the memory and relive the massacre in emotional and artistic terms, by identifying with one of the victims of the opposite gender. The photographs will form a monument to the Bologna Massacre, in effect a ‘bringing up to date’ for each victim through the people who have decided to identify with each of them. They formed a monument installed in the new High Speed Train Station at Bologna, where currently there is nothing commemorating the massacre. It has been self published also an artist's book, a Portable Monument in 85 copies to be hung wherever you want, in public or private spaces.

 

The artist's book is available at CorrainiMAMbo artbookshop, Modo Infoshop in Bologna and Anzenberger Gallery Bookshop, Vienna or can be requested writing to info@sonialenzi.com

 

Open 140 cm x 66, 2 cm /closed 33, 10 cm x 23, 33 cm, 85 copies + 15 ap. graphic design by Sonia Lenzi and Lizart Comunicazione Visiva, Bologna.

 

Now on show at the CCCB, in "Fenomen Fotollibre", from 17th March until 27th August 2017.

 

http://www.cccb.org/en/exhibitions/file/photobook-phenomenon/225004

 

Ringraziamenti/Thanks
Alle persone che si sono immedesimate in ciascuna vittima e a tutte
quelle che lo faranno in futuro.

To the people who identified themselves with each victim and to all those people who will do so in the future.
XXXV Anniversario/XXXV Anniversary
Con il patrocinio di/With the patronage of
Associazione tra i familiari delle vittime della strage alla Stazione
di Bologna del 2 agosto 1980
Assemblea Legislativa della Regione Emilia-Romagna
Comune di Bologna
In collaborazione con/In collaboration with
MAMbo - Museo d’Arte Moderna di Bologna | Istituzione Bologna Musei
Con il contributo di/With the support of
Grandi Stazioni/Coop Adriatica/FILT CGIL Bologna